Sostituzione avvolgibili, detrazione 65% valida se sono schermature solari

Quando si parla di schermature solari si intendono quei sistemi che, installati all’esterno, integrati o all’ interno di una superficie vetrata trasparente, permettono di ottenere una modulazione controllata e variabile delle radiazioni solari, garantendo una riduzione dell’incidenza dei raggi luminosi all’interno dell’ambiente. Le chiusure oscuranti, invece sono, per esempio, le persiane, gli scuri, gli avvolgibili e le tapparelle.

Ma é sempre possibile accedere alle detrazioni installandole? Quali sono le condizioni in caso di sostituzione di avvolgibili?

Ecco un caso pratico analizzato da Marco Zandonà su l’Esperto Risponde del Sole 24 ore del 29/11/2021.

>> Per approfondire: BONUS E SCHERMATURE SOLARI, TUTTO SULLE AGEVOLAZIONI

In caso di sostituzione avvolgibili, quali bonus si possono applicare

“Dovendo sostituire tutte e sei le persiane avvolgibili in legno del mio appartamento con altrettante termiche in alluminio, costituite da strato isolante e plastica, o in alternativa con altre di sola plastica, vorrei sapere quale è il bonus da applicare alla relativa spesa se ci sono differenze tra le due soluzioni ipotizzate. “

Se si tratta della sostituzione di avvolgibili in un’abitazione posseduta da una persona fisica, ai fini dell’Irpef si rende applicabile la detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie sia come intervento di manutenzione straordinaria che come intervento idoneo a conseguire risparmio energetico. Occorre una certificazione delle caratteristiche delle persiane, da esibire a richiesta dell’amministrazione finanziaria.

I pagamenti delle fatture devono essere adeguati con bonifico bancario o postale e, in sede di dichiarazione dei redditi, devono essere indicati i dati catastali dell’immobile oggetto di intervento.

Per tale intervento è comunque necessario effettuare la comunicazione all’ ENEA entro 90 giorni dall’ultimazione dei lavori, tramite il sito Bonus Casa 2021 ENEA.

>> Per interventi di aree esterne: EDILIZIA LIBERA: RINNOVO DELLA PAVIMENTAZIONE ESTERNA

Per gli avvolgibili si applica la detrazione del 65% a precise condizioni

Ai fini urbanistici, nel caso in cui la normativa (regolamento edilizio comunale) non preveda alcun titolo abilitativo per la realizzazione degli interventi, il contribuente deve comunque predisporre e conservare (senza inviarla all’Agenzia delle Entrate, ma esibendola su richiesta dell’amministrazione competente) la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, resa a norma dall’art. 47 del Dpr 445/2000, in cui va indicata la data di inizio lavori e dev’essere attestata la circostanza che gli interventi rientrano tra quelli agevolabili, pure se gli stessi non necessitano di alcun titolo abilitativo, secondo la normativa edilizia vigente.

Se le avvolgibili presentano precise caratteristiche, è possibile applicare la detrazione del 65% su un massimo di 60.000 euro come schermature solari, ma solo se le avvolgibili possiedono una marcature CE e rispettano le normative nazionali e locali in tema di sicurezza e di efficienza energetica (articolo 1, comma 58, della legge 178/2020 di Bilancio per il 2021, seguendo anche la guida al 65% su sito Agenzia delle Entrate.

>> Ti interessano altri bonus? Leggi anche: BONUS VERDE: LA DETRAZIONE PER SISTEMARE GLI SPAZI ESTERNI

Foto di copertina. iStock/ U. J. Alexander



Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it