Rimozione amianto: ok Ecobonus 65%, ma necessaria la coibentazione

È possibile far rientrare le spese sostenute per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto nel Superbonus 110%, ma solo nei casi in cui i costi siano strettamenti collegati alla realizzazione degli interventi agevolabili.

É l’Agenzia delle Entrate che si espone, con la risposta all’interpello n. 672 del 6 ottobre 2021, dove l’istante chiede chiarimenti sui lavori da effettuare su un appartamento in condominio per accedere al 110%, che prevedono la sostituzione dei serramenti, la coibentazione delle strutture opache, la nuova installazione di impianto fotovoltaico con accumulo e l’installazione di sistemi BACS.

>>> Vorresti ricevere notizie come questa? Clicca qui

Per la rimozione dell’amianto, oltre al Superbonus, si può accedere all’Ecobonus 65%, vediamo quindi un caso specifico con la risposta a cura di Marco Zandonà del L’esperto risponde del Sole 24 Ore (17/01/2022).

Leggi anche: Rimozione amianto tettoia: cosa fare se ce l’ha il vicino?

 

OK Ecobonus 65% per rimozione amianto, ma necessaria la coibentazione

“Sono proprietaria di un capannone industriale con il tetto in eternit. Di quali detrazioni fiscali posso beneficiare per la rimozione dell’amianto, con l’installazione di una nuova copertura in pannelli sandwich, ma senza che siano previsti interventi di efficientamento energetico?”

 

Per l’intervento descritto dal lettore (rimozione amianto e nuova copertura), trattandosi di un fabbricato non residenziale, si rende applicabile l’Ecobonus al 65% di 60mila euro, a condizione che – oltre alla rimozione dell’amianto – si proceda alla coibentazione della copertura con il conseguimento dei valori di trasmittanza termica prescritti dalla legge (articolo 1, comma 37, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, di Bilancio per il 2022, e articolo 14 del Dl 63/2013, convertito in legge 90/2013; si veda anche la Guida al 65% su www.agenziaentrate.it).
In pratica, solo se la realizzazione della nuova copertura comporta un miglioramento termico è possibile accedere al 65%. In tal caso, le spese di rimozione dell’amianto, come accessorie e propedeutiche alla realizzazione della nuova copertura, fruiscono dei benefici fiscali. In caso contrario, invece, non sono previsti altri benefici fiscali.

Foto di copertina: iStock/ Lex20



Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it