Verso una nuova marcatura CE: dalla CPD 89/106 al CPR 305/11

La marcatura CE sembra stia diventando una questione infinita: dopo le normali iniziali difficoltà di avvio e di applicazione, una volta entrata a regime, deve essere riconsiderata perché oggetto di una nuova regolamentazione e disciplina. Mentre ancora assistiamo a palesi e grossolane inadempienze, rispetto ad una obbligatorietà già affermata, e mentre dobbiamo ancora preoccuparci di rincorrere e censurare l’indifferenza e la tracotanza di chi approfitta dei non puntuali e rigorosi controlli, siamo chiamati a rivederla alla luce del nuovo CPR –Regolamento per i Prodotti da Costruzione – (Construction Product Regulation ) n. 305/11 del 9/03/2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea del 4/04/2011, che va a sostituirela Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE.

Regolamento che, come anticipato nel titolo, porterà certamente verso una nuova marcatura, non perché venga stravolto il corpo dei principi della precedente direttiva, ma perché porta tutto il sistema della marcatura verso una nuova considerazione, sia nell’insieme, nel complesso del testo, sia in alcuni particolari.

Per leggere l’intero approfondimento cliccare qui



Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it