Architettura sostenibile: il nuovo centro benessere del Grand Hotel Terme di Comano

Il Grand Hotel Terme di Comano sorge all’interno di un parco, lambito dal fiume Sarca e caratterizzato da un giardino di essenze autoctone. In questa meravigliosa cornice si trova il Grand Hotel Terme di Comano nel quale è stato recentemente realizzato il nuovo centro benessere.

L’intervento, realizzato dallo studio Bianchettiarchitettura, in collaborazione con gli Studi Atelier 2 e Digierre 3, ha previsto di “aprire” gli spazi interni verso quelli outdoor rimodellando l’andamento del terreno verso valle, per consentire il collegamento visivo tra il nuovo centro benessere ed il parco.

Una nuova ampia superficie vetrata collega lo spazio interno con le piscine esterne, il solarium ed il parco. Dalle vasche interne del centro benessere si può infatti godere della luce e del panorama esterno ed attraverso un canale di collegamento passare, senza soluzione di continuità, dalla piscina interna alla grande vasca esterna. La grande parte delle ampie vetrate del centro si affacciano, infatti, proprio sugli specchi d’acque delle piscine calde e la suggestione che viene alla mente è quella che l’acqua e i vapori “dialoghino” a distanza con il torrente Sarca che scorre proprio a fianco del parco termale.

Uno dei punti di forza del progetto è l’impiego di materiali a basso impatto visivo e in armonia con i colori della natura: vetro, legno e sistemazione a verde. Infatti, per le vasche è stata scelta una soluzione costruttiva in acciaio inox che, oltre all’assenza di manutenzione e alla lunga durata, è in grado di restituire quell’effetto del verde-turchese dell’acqua come appare in natura.

La scelta dei materiali e delle tecnologie è stata ecocompatibile e si è ispirata ai principi dell’economia circolare: dall’impiego del legno composito proveniente da riuso certificato alla pietra naturale, all’utilizzo di pareti di verde verticale per ridurre le superfici costruite.

Anche nel trattamento delle acque si è optato per una soluzione che escluda trattamenti chimici invasivi utilizzando per la disinfezione un impianto di elettrolisi che produce in loco “clorine” da sale marino (non disciolto nella piscina) e utilizzando anidride carbonica per la correzione del ph, rendendo l’acqua della vasca pura e incontaminata.

Il problema della differenza di quote del parco esterno è stato risolto con la costruzione di un muro di sostegno rivestito con un particolare sistema di facciata che contiene delle “tasche” irrigate che accolgono piante rampicanti di robusta crescita e sempreverdi in modo da mantenere intatto il manto verde e da limitare le opere di manutenzione dovute alla caduta delle foglie in autunno.

Il nuovo centro benessere del Grand Hotel Terme di Comano ha vinto il primo premio nella categoria “Piscine di Centri Wellness” dell’edizione 2019 di Piscina&Wellness Barcelona, un premio internazionale che promuovere l’innovazione e la sostenibilità dei progetti per il comparto piscine e benessere con la seguente motivazione: “Il progetto fa parte di un ambiente naturale di grande valore, che diviene la principale fonte d’ispirazione per integrare l’installazione con il suo contesto. L’apertura degli spazi interni verso gli esterni offe quindi una interessante integrazione ludica, senza rinunciare all’intimità degli ambienti. Il tutto realizzato con materiali naturali, linee molto semplici ancorché suggestive



Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it